Ott 282013
 

La sindrome di Kounis (uno speciale tipo di spasmo coronarico di natura allergica con conseguente ischemia miocardica vasospastica o infarto) è incontrata in maniera crescente nella pratica clinica, ma non sempre è riconosciuta. Prendere in considerazione la sindrome è cruciale nei pazienti con spasmo coronarico, per prevenire la sindrome coronarica acuta ricorrente e arresti cardiaci inaspettati.

Uno speciale tipo di ischemia miocardica vasospastica o infarto, che è chiamata sindrome di Kounis è incontrata in maniera crescente, nella pratica clinica. Il principale meccanismo patofisiologico è il vasospasmo delle arterie coronariche epicardiche dovuto all’aumento dei mediatori infiammatori che sono rilasciati durante una reazione di ipersensibilità. La causa scatenante può essere costituita da farmaci, agenti chimici, corpi estranei, fattori ambientali o altri fattori che danno il via al rilascio di mediatori infiammatori. Reazioni anafilattiche o anafilattoidi possono rendere la situazione anche più grave. Qui presentiamo il caso di una sindrome di Kounis farmaco-indotta, in un ragazzo di 16 anni al quale era stata erroneamente diagnosticata una miocardite in un altro ospedale.

Un maschio di sedici anni, al quale era stata diagnosticata una miocardite in un altro ospedale, tre settimane prima, è stato ricoverato nel nostro reparto per la valutazione del follow-up. Ha dichiarato di non avere una storia di malattie pregresse, uso di droga o fumo. La pressione arteriosa era di 120/80 ed i battiti cardiaci erano 69/min. L’esame obiettivo era nella norma. L’elettrocardiogramma ha evidenziato un’inversione dell’onda T nei tracciati III e aVF. L’ecocardiografia transtoracica ha evidenziato funzioni diastoliche e sistoliche normali, senza allargamento delle camere. D’altro canto si evidenziavano il sopraslivellamento del segmento ST nei tracciati I, II, III, a VF, V5 e V6, che supportavano l’ischemia inferolaterale nell’elettrocardiogramma durante il tipico dolore ischemico al petto, tre settimane prima, nell’altro ospedale. L’angiografia coronarica fatta durante il ricovero ha mostrato arterie coronariche normali; per questo motivo gli è stata diagnosticata una miocardite in quella clinica. A causa del tipico dolore ischemico e dei cambiamenti del segmento ST che corrisponde ad un singolo distretto coronarico, probabilmente l’arteria coronarica destra, in questo paziente, abbiamo preso in considerazione la possibilità di uno spasmo coronarico. Non c’erano altre cause apparenti di spasmo coronarico, come aterosclerosi, fumo, esposizione chimica, uso di energy drink, cocaina o altre sostanze stimolanti. Quindi gli abbiamo chiesto se avesse assunto farmaci prima del dolore al petto. Ha dichiarato di aver assunto, per il mal di gola, 1 g Amoxicillina/Ac. Clavulanico per uso orale, che è piuttosto nota tra i pazienti affetti da sindrome di Kounis.

Al paziente è stata diagnosticata la sindrome di Kounis (variante di tipo 1) e gli abbiamo raccomandato di non assumere antibiotici beta-lactamici.

Sono stati individuati due tipi della sindrome di Kounis e al nostro paziente è stata diagnosticata la variante di tipo 1, nella quale l’ischemia miocardica o l’infarto insorgono in arterie coronariche normali, a causa dello spasmo delle arterie coronariche; mentre nella sindrome di Kounis di tipo 2 lo spasmo miocardico o la trombosi avvengono in arterie coronariche aterosclerotiche.

L’interessamento coronarico in reazioni di ipersensibilità è probabilmente un effetto secondario dell’aumento dei mediatori infiammatori in circolo, principalmente istamine, proteasi come triptasi e chinasi o prodotti del metabolismo dell’acido arachidonico. La mastcellula, che si trova anche nella parete dell’arteria coronarica, svolge un ruolo centrale in questo meccanismo. La degranulazione della mastcellula e l’anafilassi o le reazioni anafilattoidi possono infatti avvenire dopo l’esposizione a farmaco. lo schock anafilattico non accompagna la sindrome di Kounis in tutti i pazienti. Una storia di atopia può aumentare questa probabilità.

La sindrome di Kounis è incontrata in maniera crescente nella pratica clinica. Prendere in considerazione tale sindrome è cruciale nei pazienti con spasmo coronarico per prevenire la sindrome coronarica acuta ricorrente e arresti cardiaci inaspettati.

Ilhan E, Akbulut T, Gürsürer M., An underdiagnosed syndrome; Kounis syndrome secondary to amoxicillin/clavulanic acid use in a 16 year-old child

Int J Cardiol. 2013 Aug 20;167(4):e90-1. doi: 10.1016/j.ijcard.2013.03.158. Epub 2013 Apr 25. PMID: 23623347 [PubMed – in process]

LINK: http://www.internationaljournalofcardiology.com/article/S0167-5273(13)00703-1

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar